Vendita e prenotazione online biglietti concerti per Milano Blues 89 Gnola Blues Band in concerto Milano Blues 89

Sabato 28 gennaio 2017

Prezzi per singolo biglietto, inclusi gli eventuali diritti di prevendita applicati dal teatro, ente e/o organizzatore, escluse le eventuali commissioni di acquisto online.
Info spettacolo
Biglietti a partire da 15,08

Milano Spazio Teatro 89 Indirizzo e mappa luogo

Giorno e ora spettacolo Stato e disponibilità Prezzo e offerte
Sab 28 gen 2017 21:30 Vendita biglietti attiva Da € 15,08 Biglietti
Gnola Blues Band in concerto - Milano Blues 89 28 gen, 21:30 Spazio Teatro 89 Via Fratelli Zoia, 89 Milano Concerti Biglietti non numerati 15,08

Info spettacolo

Un altro nome di primo piano per la rassegna Milano Blues 89, organizzata dallo Spazio Teatro 89: è in programma il concerto della Gnola Blues Band, tra le più importanti e apprezzate formazioni della scena nazionale, che propone un blues sanguigno, contaminato da influenze rock, roots e american music.

Il leader e il fondatore della band è il chitarrista e cantante Maurizio Glielmo, che per diversi anni è stato accanto al leggendario Fabio Treves. Nata nel 1989, in origine la Gnola Blues Band si era posta l’obiettivo di ripercorrere gli itinerari più classici del blues, partendo dalla interpretazioni degli standard (Elmore James, Muddy Waters) fino a fondere gli elementi della tradizione in interessanti composizioni originali. Dopo una mezza dozzina di dischi e un’intensa attività dal vivo, nel 2015 la Gnola Blues Band ha pubblicato Down The Line, il suo ultimo lavoro discografico. Accanto a Maurizio Gnola Glielmo e allo storico tastierista Roger Mugnaini si è consolidata la presenza di Paolo Legramandi (basso e voce) e Cesare Big C Nolli (batteria, chitarra e voce). Con questa formazione (che si esibirà allo Spazio Teatro 89), e spesso anche semplicemente in duo con Cesare Nolli, Maurizio Glielmo ha cominciato a sperimentare molte delle soluzioni più curiose e intense che sottolineano il cambiamento di registro in Down The Line.

Se, infatti, le radici del blues e del rock’n’roll rimangono intatte, questo album segna una svolta notevole nel sound e nelle interpretazioni della band: la produzione, curata dagli stessi Paolo Legramandi e Cesare Nolli, esce dai canoni del blues tradizionale, lasciando ampio spazio alle raffinate chitarre di Maurizio Glielmo, con una particolare attenzione alla struttura delle canzoni. Undici brani originali, alcuni scritti da Cesare Nolli e una buona metà frutto della collaborazione con Edward Abbiati, leader dei Lowlands.