Vendita e prenotazione online biglietti concerti per Pagagnini

Da giovedi 5 gennaio 2017 a domenica 8 gennaio 2017

Prezzi per singolo biglietto, inclusi gli eventuali diritti di prevendita applicati dal teatro, ente e/o organizzatore, escluse le eventuali commissioni di acquisto online.
Info spettacolo
Biglietti a partire da 13,20

Roma Teatro Argentina Indirizzo e mappa luogo

Giorno e ora spettacolo Stato e disponibilità Prezzo e offerte
Gio 5 gen 2017 21:00 Vendita biglietti attiva Da € 13,20 Biglietti in pianta
Pagagnini 5 gen, 21:00 Teatro Argentina Largo di Torre Argentina, 52 Roma Concerti Biglietti in pianta 13,20
Ven 6 gen 2017 16:00 Vendita biglietti attiva Da € 13,20 Biglietti in pianta
Pagagnini 6 gen, 16:00 Teatro Argentina Largo di Torre Argentina, 52 Roma Concerti Biglietti in pianta 13,20
Ven 6 gen 2017 21:00 Vendita biglietti attiva Da € 13,20 Biglietti in pianta
Pagagnini 6 gen, 21:00 Teatro Argentina Largo di Torre Argentina, 52 Roma Concerti Biglietti in pianta 13,20
Sab 7 gen 2017 16:00 Vendita biglietti attiva Da € 13,20 Biglietti in pianta
Pagagnini 7 gen, 16:00 Teatro Argentina Largo di Torre Argentina, 52 Roma Concerti Biglietti in pianta 13,20
Sab 7 gen 2017 21:00 Vendita biglietti attiva Da € 13,20 Biglietti in pianta
Pagagnini 7 gen, 21:00 Teatro Argentina Largo di Torre Argentina, 52 Roma Concerti Biglietti in pianta 13,20
Dom 8 gen 2017 17:00 Vendita biglietti attiva Da € 13,20 Biglietti in pianta
Pagagnini 8 gen, 17:00 Teatro Argentina Largo di Torre Argentina, 52 Roma Concerti Biglietti in pianta 13,20

Info spettacolo

direzione musicale Ara Malikian
regia Yllana
direzione artistica David Ottone, Juan Francisco Ramos

con Ara Malikian (violino), Fernando Clemente (violino), Eduardo Ortega (violino), Jorge Furnadjiev (violoncello)

produzione Yllana e Ara Malikian

Pagagnini è un esperimento vincente, innovativo e vitale. Una creatura musicale a sé che frantuma qualunque schema precostituito, fonde l’infondibile e dissacra con estrema eleganza. Al Teatro Argentina la compagnia spagnola produrrà un medley travolgente in cui le più celebri arie di Mozart, Vivaldi, Pachelbel, De Falla (e ovviamente del controverso Paganini, indagato anche nei suoi fascinosi profili psicologici) verranno scosse da irresistibili incursioni di musica pop-rock. Il quartetto d’archi iberico diretto dal funambolico violinista libanese di origine armena Ara Malikan trasfigura le creazioni di questi mostri sacri della storia musicale mondiale ma riesce nell’impresa di mantenersi perfettamente ancorato alle partiture, portando a termine con eleganza e sapienza accademica l’esecuzione di ogni singola nota in un vibrante contorcersi di corpi e oggetti scenici.

La musica e il teatro qui non sono mondi a parte, ma trasmigrano uno nell’altra: la performance sonora è infatti condita da esilaranti gag e variazioni sul tema, con i violinisti che saltano, si lanciano in esecuzioni itineranti, improvvisano addirittura un flamenco. I contorsionismi aggrovigliati di Malikian sono ancora più incredibili se si considera come l’artista riesca a non sbagliare neppure una nota col violino. In questo divertentissimo Dis-concerto, Mozart e gli U2 di With or without you, Luigi Boccherini e le suonerie del cellulare, la Danza spagnola di Manuel De Falla e le nacchere, saranno miscelati attraverso gustosi virtuosismi in un cocktail esplosivo e geniale. Il risultato finale fa ridere e stupisce, combinando la solennità alla farsa, il rigore impostato all’umorismo senza freni inibitori.