Vendita e prenotazione online biglietti concerti per Roberto Gatto New Quartet in concerto

Domenica 24 settembre 2017

Prezzi per singolo biglietto, inclusi gli eventuali diritti di prevendita applicati dal teatro, ente e/o organizzatore, escluse le eventuali commissioni di acquisto online.
Info spettacolo
Biglietti a partire da 25,48

Milano Blue Note Indirizzo e mappa luogo

Giorno e ora spettacolo Stato e disponibilità Prezzo e offerte
Dom 24 set 2017 21:00 Vendita biglietti attiva Da € 25,48 Biglietti
Roberto Gatto New Quartet in concerto 24 set, 21:00 Blue Note Via Pietro Borsieri, 37 Milano Concerti Biglietti non numerati 25,48

Info spettacolo

Domenica 24 settembre, alle ore 21.00 al Blue Note di Milano, appuntamento con il concerto del Roberto Gatto New Quartet (Roberto Gatto batteria, Alessandro Lanzoni piano, Alessandro Presti tromba, Matteo Bortone contrabbasso).

Roberto Gatto continua il suo impegno per far crescere il movimento jazz in Italia sperimentando sempre nuove formazioni con alcuni dei migliori giovani talenti. Con questo nuovo gruppo ancora una volta il leader batterista si cimenta nella costruzione di un repertorio e di un’atmosfera perfettamente bilanciata tra lo studio continuo dei grandi classici e la riproposizione di brani della nuova onda compositiva del jazz internazionale.

Senza smettere di arricchire un curriculum di collaborazioni nel quale spiccano i nomi di Johnny Griffin, George Coleman, Curtis Fuller, Joe Zawinul, Pat Metheny, oltre che i principali musicisti Italiani, ora Roberto Gatto vive fra Roma e New York e coltiva innanzitutto la propria musica. Dopo una serie di situazioni più legate alla tradizione jazzistica (come gli omaggi in quintetto a Miles Davis e Shelly Manne), recentemente si è rivolto a esplorare nuove sonorità, sulla scia del suo progetto di qualche anno fa che ripercorreva il repertorio del progressive rock, con l’innovativo PerfecTrio e l’omaggio a Frank Zappa insieme ai Quintorigo.

Con questo nuovo quartetto, Roberto Gatto ritorna alla dimensione acustica con tre giovanissimi compagni di palco. Ancora una volta il leader batterista costruirà un percorso variegato attraverso le cadenze di varie culture, con brani originali e a firma di diversi autori; atmosfere e ritmi dai diversi caratteri senza però perdere mai di vista la grande tradizione e sopratutto l’indispensabile swing, come nella migliore tradizione jazzistica all’insegna della improvvisazione.