Vendita e prenotazione online biglietti teatro per Ifigenia, liberata

Da martedi 2 maggio 2017 a domenica 7 maggio 2017

Prezzi per singolo biglietto, inclusi gli eventuali diritti di prevendita applicati dal teatro, ente e/o organizzatore, escluse le eventuali commissioni di acquisto online.
Info spettacolo
Biglietti a partire da 5

Milano Piccolo Teatro, Strehler Indirizzo e mappa luogo

Giorno e ora spettacolo Stato e disponibilità Prezzo e offerte
Mar 2 mag 2017 19:30 Vendita biglietti attiva Da € 26,00 Biglietti in pianta
Ifigenia, liberata 2 mag, 19:30 Piccolo Teatro Largo Antonio Greppi 1 Milano Teatro Biglietti in pianta 26,00
Mer 3 mag 2017 20:30 Vendita biglietti attiva Da € 5,00 Biglietti in pianta
Ifigenia, liberata 3 mag, 20:30 Piccolo Teatro Largo Antonio Greppi 1 Milano Teatro Biglietti in pianta 5,00
Gio 4 mag 2017 19:30 Vendita biglietti attiva Da € 5,00 Biglietti in pianta
Ifigenia, liberata 4 mag, 19:30 Piccolo Teatro Largo Antonio Greppi 1 Milano Teatro Biglietti in pianta 5,00
Ven 5 mag 2017 20:30 Vendita biglietti attiva Da € 5,00 Biglietti in pianta
Ifigenia, liberata 5 mag, 20:30 Piccolo Teatro Largo Antonio Greppi 1 Milano Teatro Biglietti in pianta 5,00
Sab 6 mag 2017 19:30 Vendita biglietti attiva Da € 5,00 Biglietti in pianta
Ifigenia, liberata 6 mag, 19:30 Piccolo Teatro Largo Antonio Greppi 1 Milano Teatro Biglietti in pianta 5,00
Dom 7 mag 2017 16:00 Vendita biglietti attiva Da € 5,00 Biglietti in pianta
Ifigenia, liberata 7 mag, 16:00 Piccolo Teatro Largo Antonio Greppi 1 Milano Teatro Biglietti in pianta 5,00

Info spettacolo

Progetto e drammaturgia Angela Demattè e Carmelo Rifici, regia Carmelo Rifici. Con (in ordine alfabetico): Caterina Carpio (Corifea/Ominide), Giovanni Crippa (Calcante/Vecchio/Platone), Zeno Gabaglio (musicista), Vincenzo Giordano (Menelao), Tindaro Granata (regista), Mariangela Granelli (drammaturga), Igor Horvat (Odisseo), Francesca Porrini (Corifea/Ominide), Edoardo Ribatto (Agamennone), Giorgia Senesi (Clitennestra), Anahì Traversi (Ifigenia).

Dove nasce la violenza? Come si ferma la violenza? Il mondo cesserà mai di essere violento? Che cos’è la violenza? Un fardello non solo per Ifigenia e gli Atridi. Ancora oggi gli uomini non trovano altro modo per combattere la violenza se non usandola a loro volta, sempre in nome di un padre da vendicare.

Dopo aver affrontato, nella stagione scorsa, le ossessioni di Treplev e Nina nel Gabbiano, Carmelo Rifici sceglie un affondo nel mito come seconda produzione che nasce dalla collaborazione fra il Piccolo (del quale dirige la Scuola di Teatro) e il LAC di Lugano (in cui Rifici è direttore artistico della sezione teatro). Ifigenia è solo l’inizio dell’indagine che Rifici propone allo spettatore, chiamando Eraclito, Omero, Eschilo, Sofocle, Euripide, René Girard, Antico e Nuovo Testamento a fornire storie e riflessioni sulla vera protagonista del lavoro: la violenza dell’uomo come realtà inestirpabile e mistero senza fine.

«Una sala prove, attori e pubblico insieme», spiega Carmelo Rifici. «Un regista e un drammaturgo provano ancora a indagare il Mito degli Atridi, il sacrificio di Ifigenia. Schiacciata dal volere paterno, contagiata dalla follia del popolo, Ifigenia sembra non poter uscire da un destino senza speranza in cui solo il sangue di un innocente può placare la violenza della folla. Non solo gli Atridi, ma tutto l’occidente ne porteranno il fardello. Le parole di Atena che chiudono l’Orestea, il suo delegare agli uomini la responsabilità attraverso leggi condivise, non hanno ancora portato a una soluzione. Eppure c’è una parola che potrebbe fermare l’ingranaggio infernale, una parola capace di smascherare l’inganno, ma è troppo scomoda da pronunciare, troppo pericolosa per l’antico desiderio dell’uomo di sopraffare, di desiderare continuamente la roba dell’altro».

Informazioni sull'organizzatore

Piccolo Teatro di Milano - Teatro d'Europa

Largo Antonio Greppi 1
20121 Milano
Tel. 0242411889

Sito web: http://www.piccoloteatro.org/

Email: info@piccoloteatro.org