Vendita e prenotazione online biglietti teatro per Rain

Da venerdi 14 ottobre 2016 a domenica 16 ottobre 2016

Prezzi per singolo biglietto, inclusi gli eventuali diritti di prevendita applicati dal teatro, ente e/o organizzatore, escluse le eventuali commissioni di acquisto online.
Info spettacolo
Biglietti a partire da 12,60

Roma Teatro Argentina Indirizzo e mappa luogo

Giorno e ora spettacolo Stato e disponibilità Prezzo e offerte
Ven 14 ott 2016 21:00 Vendita biglietti attiva Da € 12,60 Biglietti in pianta
Rain 14 ott, 21:00 Teatro Argentina Largo di Torre Argentina, 52 Roma Teatro Biglietti in pianta 12,60
Sab 15 ott 2016 19:00 Vendita biglietti attiva Da € 12,60 Biglietti in pianta
Rain 15 ott, 19:00 Teatro Argentina Largo di Torre Argentina, 52 Roma Teatro Biglietti in pianta 12,60
Dom 16 ott 2016 17:00 Vendita biglietti attiva Da € 12,60 Biglietti in pianta
Rain 16 ott, 17:00 Teatro Argentina Largo di Torre Argentina, 52 Roma Teatro Biglietti in pianta 12,60

Info spettacolo

Anne Teresa De Keersmaeker/Rosas/Steve Reich
Coreografia Anne Teresa De Keersmaeker
Romaeuropa Festival 2016

Danzatori Laura Bachman, Léa Dubois, Anika Edström Kawaji, Zoi Efstathiou, Yuika Hashimoto, Laura Maria Poletti, Soa Ratsifandrihana, José Paulo dos Santos, Frank Gizycki, Robin Haghi, Luka Švajda, Thomas Vantuycom, Lav Crncevic

Musica Music for 18 Musicians di Steve Reich

Nel 2001, al Théâtre de la Monnaie di Bruxelles, debuttava Rain di Anne Teresa De Keersmaeker. Considerato dalla stessa coreografa (già a Romaeuropa Festival nel 1993, 1996 e 2015) uno dei punti più alti della sua intera produzione artistica, ispirato all’omonimo romanzo di Kirsty Gunn e interamente costruito su Music for 18 Musicians (1976) di Steve Reich, lo spettacolo giunge al Romaeuropa Festival in un riallestimento per un rinnovato gruppo di dieci interpreti. A loro il compito d’incarnare la passione della coreografa belga per le partiture musicali contemporanee e del Novecento e in particolare per il minimalismo americano di Reich.

Se in Music for 18 Musicians la ripetizione di una frase melodica (clarinetti, violino, violoncelli, voci femminili) è lentamente trasformata da costanti alterazioni ritmiche (marimba, xilofoni, pianoforti, maracas, ecc.), in Rain la danza si fa flusso costante di frasi coreografiche, ripetizioni, variazioni e fioriture gestuali. Ma alle strutture matematiche e all’uso geometrico dello spazio corrisponde la forza vitale, l’energia viscerale del gruppo: una comunità di dieci danzatori che condivide respiro e velocità in un contagiarsi reciproco dei movimenti.

A sottolineare queste due anime della coreografia, entrata a far parte nel 2011 del repertorio del Ballet de l’Opéra de Paris, sono le luci e la scenografia circolare delimitata da una tenda di pioggia realizzata da Jan Versweyveld e le sfumature di rosa nei costumi firmati dallo stilista Dries Van Noten.