Vendita e prenotazione online biglietti teatro per Pensando!...pessoa

Da martedi 9 maggio 2017 a mercoledi 10 maggio 2017

Prezzi per singolo biglietto, inclusi gli eventuali diritti di prevendita applicati dal teatro, ente e/o organizzatore, escluse le eventuali commissioni di acquisto online.
Info spettacolo
Biglietti a partire da 16,80

Bologna Sala Interaction Arena del Sole Indirizzo e mappa luogo

Giorno e ora spettacolo Stato e disponibilità Prezzo e offerte
Mar 9 mag 2017 20:30 Vendita biglietti attiva Da € 16,80 Biglietti in pianta
Pensando!...pessoa 9 mag, 20:30 Sala Interaction Arena del Sole Via dell'Indipendenza, 44 Bologna Teatro Biglietti in pianta 16,80
Mer 10 mag 2017 20:30 Vendita biglietti attiva Da € 16,80 Biglietti in pianta
Pensando!...pessoa 10 mag, 20:30 Sala Interaction Arena del Sole Via dell'Indipendenza, 44 Bologna Teatro Biglietti in pianta 16,80

Info spettacolo

Lo spettacolo prende origine da Il marinaio, ‘dramma statico in un quadro’, un breve testo teatrale scritto da Pessoa in una sola notte nell’ottobre del 1913 e che racconta di un marinaio e di tre sorelle. In una stanza fiocamente illuminata, tre fanciulle vestite di bianco vegliano una loro coetanea. Prive di una identità e di una memoria, sono destinate a vivere una sola notte. Per potersi credere reali, sono costrette a parlare, a raccontarsi a vicenda i loro sogni, a inventarsi una vita possibile. Vivono quella sola notte, timorose delle prime luci dell’alba, che le dissolverà. Uno dei ‘sogni’ è la storia del vecchio marinaio, il quale, fatto naufragio su un’isola deserta, sogna un passato e una patria che non ha avuto. Il marinaio «che è sogno di un sogno, si libera sovvertendo il sogno, o ripercorrendolo in senso contrario, cioè sognando chi lo sogna».«Quando si lavora sul materiale poetico di Fernando Pessoa – scrive nella sua nota critica Agatino Di Martino direttore artistico del bolognese Teatro dei 25 – la sua presenza è costante, come sentire in sottofondo una voce, un soffio che con estrema delicatezza guida e sostiene il lavoro».

E prosegue: «Pensando!… Pessoa è Il marinaio ed è un sogno nel sogno; ci potrebbe ricordare La vita è sogno di Pedro Calderón de la Barca o La tempesta di Shakespeare: “Noi siamo della stoffa di cui sono fatti i sogni…”. Ma Fernando Pessoa è estremo, rende la poesia corpo, oltrepassa ogni limite come nel Faust: “Tutto è simbolo e analogia, il vento che passa, l’ampia marea, la marea ansiosa, l’eco di un’altra marea, tutto ciò che vediamo è qualcos’altro».