Vendita e prenotazione online biglietti teatro per Morte di Danton

Da martedi 16 maggio 2017 a domenica 28 maggio 2017

Prezzi per singolo biglietto, inclusi gli eventuali diritti di prevendita applicati dal teatro, ente e/o organizzatore, escluse le eventuali commissioni di acquisto online.
Info spettacolo
Biglietti a partire da 13,20

Roma Teatro Argentina Indirizzo e mappa luogo

Giorno e ora spettacolo Stato e disponibilità Prezzo e offerte
Mar 16 mag 2017 21:00 Vendita biglietti attiva Da € 13,20 Biglietti in pianta
Morte di Danton 16 mag, 21:00 Teatro Argentina Largo di Torre Argentina, 52 Roma Teatro Biglietti in pianta 13,20
Mer 17 mag 2017 19:00 Vendita biglietti attiva Da € 13,20 Biglietti in pianta
Morte di Danton 17 mag, 19:00 Teatro Argentina Largo di Torre Argentina, 52 Roma Teatro Biglietti in pianta 13,20
Gio 18 mag 2017 17:00 Vendita biglietti attiva Da € 13,20 Biglietti in pianta
Morte di Danton 18 mag, 17:00 Teatro Argentina Largo di Torre Argentina, 52 Roma Teatro Biglietti in pianta 13,20
Ven 19 mag 2017 21:00 Vendita biglietti attiva Da € 13,20 Biglietti in pianta
Morte di Danton 19 mag, 21:00 Teatro Argentina Largo di Torre Argentina, 52 Roma Teatro Biglietti in pianta 13,20
Sab 20 mag 2017 19:00 Vendita biglietti attiva Da € 13,20 Biglietti in pianta
Morte di Danton 20 mag, 19:00 Teatro Argentina Largo di Torre Argentina, 52 Roma Teatro Biglietti in pianta 13,20
Dom 21 mag 2017 17:00 Vendita biglietti attiva Da € 13,20 Biglietti in pianta
Morte di Danton 21 mag, 17:00 Teatro Argentina Largo di Torre Argentina, 52 Roma Teatro Biglietti in pianta 13,20
Mar 23 mag 2017 21:00 Vendita biglietti attiva Da € 13,20 Biglietti in pianta
Morte di Danton 23 mag, 21:00 Teatro Argentina Largo di Torre Argentina, 52 Roma Teatro Biglietti in pianta 13,20
Mer 24 mag 2017 19:00 Vendita biglietti attiva Da € 13,20 Biglietti in pianta
Morte di Danton 24 mag, 19:00 Teatro Argentina Largo di Torre Argentina, 52 Roma Teatro Biglietti in pianta 13,20
Gio 25 mag 2017 17:00 Vendita biglietti attiva Da € 13,20 Biglietti in pianta
Morte di Danton 25 mag, 17:00 Teatro Argentina Largo di Torre Argentina, 52 Roma Teatro Biglietti in pianta 13,20
Ven 26 mag 2017 21:00 Vendita biglietti attiva Da € 13,20 Biglietti in pianta
Morte di Danton 26 mag, 21:00 Teatro Argentina Largo di Torre Argentina, 52 Roma Teatro Biglietti in pianta 13,20
Sab 27 mag 2017 19:00 Vendita biglietti attiva Da € 13,20 Biglietti in pianta
Morte di Danton 27 mag, 19:00 Teatro Argentina Largo di Torre Argentina, 52 Roma Teatro Biglietti in pianta 13,20
Dom 28 mag 2017 17:00 Vendita biglietti attiva Da € 13,20 Biglietti in pianta
Morte di Danton 28 mag, 17:00 Teatro Argentina Largo di Torre Argentina, 52 Roma Teatro Biglietti in pianta 13,20

Info spettacolo

di Georg Büchner
traduzione Anita Raja
regia e scene Mario Martone

con Giuseppe Battiston, Fausto Cabra, Giovanni Calcagno, Roberto De Francesco, Iaia Forte, Paolo Graziosi, Paolo Pierobon

In Morte di Danton, uno dei testi più suggestivi del teatro moderno di Georg Büchner, dopo Woyzeck e Leonce e Lena, si respira l’atmosfera degli ultimi giorni del Terrore, con la caduta di Georges Jacques Danton nel 1794 e l’antagonismo che lo contrappone a Maximilien Robespierre.

La regia di Mario Martone costruisce un gigantesco affresco corale con ben trenta attori, tra i quali Giuseppe Battiston, Paolo Pierobon, Iaia Forte, Paolo Graziosi, Alfonso Santagata, che nel quadro storico della Rivoluzione Francese rendono al meglio la contrapposizione tra il liberale e tollerante Danton e l’intransigente e furioso Robespierre. La difficoltà del primo di opporsi al Terrore e al fanatismo del secondo rappresenta la sfiducia nel migliorare il mondo e la società, senza tuttavia perdere la speranza di trovarsi dalla parte giusta della storia. Il testo si concentra infatti proprio sulla contrapposizione tra i due protagonisti della Rivoluzione francese, compagni prima e avversari in seguito, entrambi destinati alla ghigliottina a pochi giorni di distanza l’uno dall’altro. Danton non crede alla necessità del Terrore; Robespierre, invece, incarna la stoica e crudele linea giacobina.

Uno spettacolo attuale nella sua classicità, con spunti di riflessione sulla natura della Rivoluzione, il rapporto tra uomini e donne, l’amicizia, la classe, il determinismo, il materialismo, il ruolo del teatro stesso.