Vendita e prenotazione online biglietti teatro per Io, Calibano

Da venerdi 16 dicembre 2016 a sabato 17 dicembre 2016

Prezzi per singolo biglietto, inclusi gli eventuali diritti di prevendita applicati dal teatro, ente e/o organizzatore, escluse le eventuali commissioni di acquisto online.
Info spettacolo
Biglietti a partire da 10,92

Milano Teatro i Indirizzo e mappa luogo

Giorno e ora spettacolo Stato e disponibilità Prezzo e offerte
Ven 16 dic 2016 21:00 Vendita biglietti attiva Da € 10,92 Biglietti in pianta
Io, Calibano 16 dic, 21:00 Teatro i Via Gaudenzio Ferrari, 11 Milano Teatro Biglietti in pianta 10,92
Sab 17 dic 2016 21:00 Vendita biglietti attiva Da € 10,92 Biglietti in pianta
Io, Calibano 17 dic, 21:00 Teatro i Via Gaudenzio Ferrari, 11 Milano Teatro Biglietti in pianta 10,92

Info spettacolo

Presso Teatro i rivive Shakespeare attraverso il progetto di cinque testi del drammaturgo inglese Tim Crouch, portati in scena dall’Accademia degli Artefatti. Ogni monologo è un gioco di società in cui lo spettatore ha un ruolo decisivo, quanto lo è quello dell’attore, un ruolo sempre diverso a seconda delle regole che ogni monologo mette in campo. Il coinvolgimento del pubblico è in ogni caso totale, sia quando lo spettatore resta un voyeur, sia quando è chiamato a recitare parti di testo. Nessun ruolo è mai imposto, ma è sempre possibile.

Appuntamento con Calibano, mostro de La Tempesta, l’unico abitante dell’isola da cui Prospero scatena la tempesta. Calibano riprende qui possesso dell’isola con l’idea di dare vita a una nuova razza, che nascerebbedal suo incontro carnale con Miranda.

Calibano è il rappresentante barbaro di un’altra idea di natura e anche di civiltà, e delle sue possibili (e impossibili) rivoluzioni. Crouch ne fa l’occhio e la voce di una nuova tragica possibilità di vita. Calibano ricostruisce sull’isola-palcoscenico la sua personalissima tragedia: in suo aiuto ci sono occasionali marianotte con cui Calibano, marionetta mostruosa anch’esso, può riaffogare nelle sue memorie, riemergere dai postumi dei suoi giochi magici e delle sue bottiglie di vino. La violenza dei giusti contro la giustizia (ingiusta) della storia e della sua letteratura. Uno squarcio intimissimo sul colonialismo culturale. Una ribellione dolcissima e già sconfitta. Una struggente ballata sulla nostalgia e sull’abbandono. Con abbondanti schizzi d’acqua per tutti.

Informazioni sull'organizzatore

Teatro i

Via Gaudenzio Ferrari 11
20123 Milano
Tel. 02 8323156 - 366 3700770

Sito web: http://www.teatroi.org/

Email: biglietteria@teatroi.org