Vendita e prenotazione online biglietti teatro per Truman Capote Questa cosa chiamata amore

Da martedi 14 marzo 2017 a domenica 19 marzo 2017

Prezzi per singolo biglietto, inclusi gli eventuali diritti di prevendita applicati dal teatro, ente e/o organizzatore, escluse le eventuali commissioni di acquisto online.
Info spettacolo
Biglietti a partire da 29,71

Torino Teatro Gobetti Indirizzo e mappa luogo

Giorno e ora spettacolo Stato e disponibilità Prezzo e offerte
Mar 14 mar 2017 19:30 Vendita biglietti attiva Da € 29,71 Biglietti in pianta
Truman Capote Questa cosa chiamata amore 14 mar, 19:30 Teatro Gobetti Via Gioacchino Rossini, 8 Torino Teatro Biglietti in pianta 29,71
Mer 15 mar 2017 20:45 Vendita biglietti attiva Da € 29,71 Biglietti in pianta
Truman Capote Questa cosa chiamata amore 15 mar, 20:45 Teatro Gobetti Via Gioacchino Rossini, 8 Torino Teatro Biglietti in pianta 29,71
Gio 16 mar 2017 19:30 Vendita biglietti attiva Da € 29,71 Biglietti in pianta
Truman Capote Questa cosa chiamata amore 16 mar, 19:30 Teatro Gobetti Via Gioacchino Rossini, 8 Torino Teatro Biglietti in pianta 29,71
Ven 17 mar 2017 20:45 Vendita biglietti attiva Da € 29,71 Biglietti in pianta
Truman Capote Questa cosa chiamata amore 17 mar, 20:45 Teatro Gobetti Via Gioacchino Rossini, 8 Torino Teatro Biglietti in pianta 29,71
Sab 18 mar 2017 19:30 Vendita biglietti attiva Da € 29,71 Biglietti in pianta
Truman Capote Questa cosa chiamata amore 18 mar, 19:30 Teatro Gobetti Via Gioacchino Rossini, 8 Torino Teatro Biglietti in pianta 29,71
Dom 19 mar 2017 15:30 Vendita biglietti attiva Da € 29,71 Biglietti in pianta
Truman Capote Questa cosa chiamata amore 19 mar, 15:30 Teatro Gobetti Via Gioacchino Rossini, 8 Torino Teatro Biglietti in pianta 29,71

Info spettacolo

Né un biopic, né una lettura analitica dei suoi molti, indiscussi capolavori: il Capote che Gianluca Ferrato, diretto da Emanuele Gamba, indossa con struggente carnalità è un grande atto d’amore, per la letteratura e per il teatro. Nell’America dove il mito dell’ascesa sociale e delle grandi opportunità si legano indissolubimente alla diffidenza per l’altro, l’essere un bugiardo che dice la verità è la sfida di questo gigante della scrittura.

di Massimo Sgorbani
regia Emanuele Gamba
Fondazione Teatro della Toscana