Vendita e prenotazione online biglietti teatro per Smith & Wesson

Da mercoledi 11 gennaio 2017 a domenica 15 gennaio 2017

Prezzi per singolo biglietto, inclusi gli eventuali diritti di prevendita applicati dal teatro, ente e/o organizzatore, escluse le eventuali commissioni di acquisto online.
Info spettacolo
Biglietti a partire da 14,80

BRESCIA (BS) Brescia Teatro Sociale Indirizzo e mappa luogo

Giorno e ora spettacolo Stato e disponibilità Prezzo e offerte
Mer 11 gen 2017 20:30 Vendita biglietti attiva Da € 14,80 Biglietti in pianta
Smith & Wesson 11 gen, 20:30 Teatro Sociale via Felice Cavallotti, 20 Brescia Teatro Biglietti in pianta 14,80
Gio 12 gen 2017 20:30 Vendita biglietti attiva Da € 14,80 Biglietti in pianta
Smith & Wesson 12 gen, 20:30 Teatro Sociale via Felice Cavallotti, 20 Brescia Teatro Biglietti in pianta 14,80
Ven 13 gen 2017 20:30 Vendita biglietti attiva Da € 14,80 Biglietti in pianta
Smith & Wesson 13 gen, 20:30 Teatro Sociale via Felice Cavallotti, 20 Brescia Teatro Biglietti in pianta 14,80
Sab 14 gen 2017 20:30 Vendita biglietti attiva Da € 14,80 Biglietti in pianta
Smith & Wesson 14 gen, 20:30 Teatro Sociale via Felice Cavallotti, 20 Brescia Teatro Biglietti in pianta 14,80
Dom 15 gen 2017 15:30 Vendita biglietti attiva Da € 14,80 Biglietti in pianta
Smith & Wesson 15 gen, 15:30 Teatro Sociale via Felice Cavallotti, 20 Brescia Teatro Biglietti in pianta 14,80

Info spettacolo

di Alessandro Baricco
regia Gabriele Vacis
scenofonia, luminismi e stile Roberto Tarasco
costumi Federica De Bona
video Indyca / Michele Fornasero
con Natalino Balasso, Fausto Russo Alesi, Camilla Nigro, Mariella Fabbris
produzione Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale e Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale

Cascate del Niagara, 1902. Smith (Natalino Balasso) è un presunto metereologo e un ingegnoso inventore. Wesson (Fausto Russo Alesi) è un pescatore che raccoglie nel fiume i corpi dei suicidi. Sono una coppia sgangherata di truffatori falliti. Quasi per beffa, i loro cognomi uniti corrispondono alla celebre marca di pistole.

Rachel è una giovane giornalista alla ricerca di una storia memorabile, disposta a gettarsi nelle cascate chiusa in una botte con l’obiettivo folle ed ambizioso di uscirne viva, per poterlo raccontare e guadagnarsi la fama. La signora Higgins è presente nelle parole dei personaggi fin dall’inizio, ma entra in scena solo in ultimo. Come un’apparizione, o un Godot beckettiano che alla fine però arriva: capace col suo monologo di riflettere e far riflettere sul significato profondo della vicenda narrata, sul rapporto tra le generazioni, sulla morte e l’amicizia. Una galleria di personaggi stralunati, divertenti e commoventi si muove in una scena suggestiva dove tutto – la baracca, il fiume, la botte – assume forme strane, diverse ed evocative.

Baricco non ha scritto un testo, ha scritto uno spettacolo. La scrittura di Baricco contiene l’azione. Quello che si deve fare è estrarla. Considerando una cosa che a me piace molto: Baricco non ha paura dei sentimenti. Però se ne vergogna sempre un po’. È una cosa che io capisco molto bene. Siamo tutti e due di Torino. Quindi gli attori devono trovare un equilibrio tra l’ironia e la verità del dramma: molto difficile. Ci vogliono attori particolari. Credo che Baricco abbia letto questa sensibilità nella presenza di Balasso. Balasso sarà Smith. Bisognava trovare Wesson. E questo mi ha dato l’opportunità di regolare un conto aperto con Fausto Russo Alesi.

Gabriele Vacis

Informazioni sull'organizzatore

Amit - CTB Teatro Stabile di Brescia

Contrada Bassiche 32 - Brescia