Vendita e prenotazione online biglietti teatro per Figli Di Un Dio Minore

Mercoledi 15 marzo 2017

Prezzi per singolo biglietto, inclusi gli eventuali diritti di prevendita applicati dal teatro, ente e/o organizzatore, escluse le eventuali commissioni di acquisto online.
Info spettacolo
Biglietti a partire da 6,60

Pavia Teatro Fraschini Indirizzo e mappa luogo

Giorno e ora spettacolo Stato e disponibilità Prezzo e offerte
Mer 15 mar 2017 21:00 Vendita biglietti attiva Da € 6,60 Biglietti in pianta
Figli Di Un Dio Minore 15 mar, 21:00 Teatro Fraschini Corso Strada Nuova, 136 Pavia Teatro Biglietti in pianta 6,60

Info spettacolo

Appuntemento con Figli di un dio minore, di Mark Medoff; traduzione Lorenzo Gioielli; regia Marco Mattolini; con Giorgio Lupano, Rita Mazza, e con Cristina Fondi, Francesco Magali, Gianluca Teneggi, Deborah Donadio. Scene e costumi: Andrea Stanisci; luci: Francesco Traverso; musiche: Daniele D’Angelo; il tema di Sara è composto ed interpretato da Giorgia; aiuto regista: Cristian Giammarini; assistente alla regia: Lucia Morelli; casting: Laura De Strobel; interpreti Lis: Arianna Testa, Elena Ferotti, Giuseppina Guercio; consulente Lis: Giorgio Lupano, Vincenzo Speranza; produzione: a.ArtistiAssociati e Officine del Teatro Italiano Oti con la collaborazione di Istituto Statale per Sordi - Roma.

In un Istituto per sordi arriva un nuovo insegnante di logopedia. È James Leeds, un giovane i cui metodi anti-convenzionali e diretti sono guardati con sospetto dal direttore che lo esorta subito a non essere troppo "creativo" nell'insegnamento. Leeds va avanti per la sua strada ed i risultati del suo empatico rapporto con gli allievi non tardano ad arrivare. Ma la vera sfida per il professore è rappresentata da Sara, una giovane donna, bella, intelligente e sorda dalla nascita.

La ragazza, accolta dalla scuola fin dall'infanzia, vi si è diplomata ed ha poi deciso di rimanere lì, dentro i confini del suo mondo di silenzio, accettando un lavoro da cameriera.  Si sente più sicura in mezzo alla “sua gente” e preferisce non affrontare l’esterno, una realtà che percepisce come ostile e crudele. "La sordità - risponderà a Leeds che cerca di farla uscire dal suo isolamento volontario - non è il contrario dell'udito. È un silenzio pieno di suoni".
Sara ha un carattere forte, è spigolosa, introversa. Fiera della sua diversità si rifiuta di parlare perché, non avendo mai conosciuto il suono della voce umana, sa di non poterlo fare bene e si esprime solo attraverso la lingua dei segni.

Ogni incontro tra i due è una sfida e, allo stesso tempo, un’occasione per cercare di aprirsi all’altro. Nonostante l’iniziale ostilità della ragazza, James non si arrende e i due finiscono per innamorarsi. Ma sono molti gli ostacoli che la loro relazione dovrà superare.