Vendita e prenotazione online biglietti teatro per La leggenda di Moby Dick

Da mercoledi 23 agosto 2017 a domenica 27 agosto 2017

Prezzi per singolo biglietto, inclusi gli eventuali diritti di prevendita applicati dal teatro, ente e/o organizzatore, escluse le eventuali commissioni di acquisto online.
Info spettacolo
Biglietti a partire da 15

Genova Isola delle chiatte Indirizzo e mappa luogo

Giorno e ora spettacolo Stato e disponibilità Prezzo e offerte
Mer 23 ago 2017 21:30 Vendita biglietti attiva Da € 15,00 Biglietti
La leggenda di Moby Dick 23 ago, 21:30 Isola delle chiatte Via al Mare Fabrizio de André Genova Teatro Biglietti 15,00
Gio 24 ago 2017 21:30 Vendita biglietti attiva Da € 15,00 Biglietti
La leggenda di Moby Dick 24 ago, 21:30 Isola delle chiatte Via al Mare Fabrizio de André Genova Teatro Biglietti 15,00
Ven 25 ago 2017 21:30 Vendita biglietti attiva Da € 15,00 Biglietti
La leggenda di Moby Dick 25 ago, 21:30 Isola delle chiatte Via al Mare Fabrizio de André Genova Teatro Biglietti 15,00
Sab 26 ago 2017 21:30 Vendita biglietti attiva Da € 15,00 Biglietti
La leggenda di Moby Dick 26 ago, 21:30 Isola delle chiatte Via al Mare Fabrizio de André Genova Teatro Biglietti 15,00
Dom 27 ago 2017 21:30 Vendita biglietti attiva Da € 15,00 Biglietti
La leggenda di Moby Dick 27 ago, 21:30 Isola delle chiatte Via al Mare Fabrizio de André Genova Teatro Biglietti 15,00

Info spettacolo

Dopo il grande successo dell'estate scorsa con lo spettacolo "La leggenda del pianista sull'oceano" che ha marcato un costante Sold-Out di biglietti, torna sull'Isola delle Chiatte del Porto Antico di Genova il nuovo spettacolo di Igor Chierici: "La leggenda di Moby Dick". Anche quest'anno Fondazione Garaventa è l'organizzatrice dell'evento insieme a Porto Antico S.p.a. e al Comune di Genova che ne ha dato il Patrocinio. La sfida di quest'estate, per ovvie ragioni, sarà più grande. "La leggenda di Moby Dick" inaugura in Prima Nazionale a Genova nel 25ennale delle "Colombiadi" del 1992 dove, sempre nell'area del Porto Antico, Vittorio Gassman inaugurava Piazza delle Feste con il suo "Ulisse e la balena bianca". La sfida, quindi, sarà importante poichè oltre a essere attore, quest'anno, Igor Chierici riadatta sottoforma di monologo il romanzo di Melville e ne firmerà la regia insieme al collega Luca Cicolella.

"Squadra che vince non si cambia" dice il detto, e così si confermano il periodo, da Mercoledì 23 a Domenica 27 Agosto e la location: in fondo al molo Fabrizio De Andrè, sulle chiatte del Porto Antico.

La squadra però cambia a dire il vero, oltre a Igor Chierici, in scena nei panni di Ismaele, unico superstite della baleniera Pequod capitanata dal grande Achab, vi saranno sei suonatori di tamburi giapponesi (Taiko) che rappresenteranno in tutto e per tutto l'equipaggio della nave e daranno vita ai momenti di caccia ai capodogli e alla resa finale con Moby Dick. Oltre a loro: un violoncello e un arpa. Il pubblico sarà immerso anche questa volta nella scenografia, intorno a loro tubi al neon a raccontare gli arpioni della baleniera. Si giocherà con effetti audio e luci che funzioneranno per il pubblico, immerso nel racconto, da veri e propri protagonisti di questa storia che molti credono essere una leggenda: la leggenda di Moby Dick.

Sinossi

Il capitano Achab è il protagonista indiscusso del romanzo di Melville. Ma è Ismaele, Igor Chierici, a raccontare tutta la storia e svelare al pubblico come sono andate realmente le cose sul Pequod. Moby Dick, la grande balena bianca, è un miraggio costante del carismatico Achab, così presente da convincere tutto il suo equipaggio a sposare l'unica vera causa per la quale valga la pena combattere per mare: annientare quello che il Capitano definisce un vero e proprio mostro. Ogni singolo membro dell'imbarcazione è deciso, anche Ismaele, ma le notti sono lunghe e le traversate per gli oceani di tutto il mondo alla ricerca del grande capodoglio, sono altrettanto stancanti. Sul ponte di coperta, inchiodato all'albero maestro, splende costantemente il doblone d'oro che Achab ha promesso al marinaio che per primo avvisterà Moby Dick. I giorni passano e il comandante diventa sempre più ombroso, sempre più chiuso in se stesso. Ismaele e l'intera ciurma non attendono altro che il grande momento che ben presto arriverà a segnare la morte di tutto l'equipaggio fedele e di Achab. Solo Ismaele, dice, concludendo il suo racconto: "Io solo mi sono salvato: per potervelo raccontare."