Vendita e prenotazione online biglietti teatro per I lombardi alla prima crociata

Da martedi 17 aprile 2018 a sabato 28 aprile 2018

Prezzi per singolo biglietto, inclusi gli eventuali diritti di prevendita applicati dal teatro, ente e/o organizzatore, escluse le eventuali commissioni di acquisto online.
Info spettacolo

Torino Teatro Regio di Torino Indirizzo e mappa luogo

Giorno e ora spettacolo Stato e disponibilità
Mar 17 apr 2018 20:00 Vendita biglietti attiva Biglietti
I lombardi alla prima crociata 17 apr, 20:00 Teatro Regio di Torino Piazza Castello, 215 Torino Teatro Biglietti non numerati 0,00
Mer 18 apr 2018 20:00 Vendita biglietti attiva Biglietti
I lombardi alla prima crociata 18 apr, 20:00 Teatro Regio di Torino Piazza Castello, 215 Torino Teatro Biglietti non numerati 0,00
Gio 19 apr 2018 20:00 Vendita biglietti attiva Biglietti
I lombardi alla prima crociata 19 apr, 20:00 Teatro Regio di Torino Piazza Castello, 215 Torino Teatro Biglietti non numerati 0,00
Ven 20 apr 2018 20:00 Vendita biglietti attiva Biglietti
I lombardi alla prima crociata 20 apr, 20:00 Teatro Regio di Torino Piazza Castello, 215 Torino Teatro Biglietti non numerati 0,00
Dom 22 apr 2018 15:00 Vendita biglietti attiva Biglietti
I lombardi alla prima crociata 22 apr, 15:00 Teatro Regio di Torino Piazza Castello, 215 Torino Teatro Biglietti non numerati 0,00
Gio 26 apr 2018 20:00 Vendita biglietti attiva Biglietti
I lombardi alla prima crociata 26 apr, 20:00 Teatro Regio di Torino Piazza Castello, 215 Torino Teatro Biglietti non numerati 0,00
Sab 28 apr 2018 15:00 Vendita biglietti attiva Biglietti
I lombardi alla prima crociata 28 apr, 15:00 Teatro Regio di Torino Piazza Castello, 215 Torino Teatro Biglietti non numerati 0,00

Info spettacolo

Formula che vince non si cambia, e dopo il successo di Nabucco Verdi cerca di ripeterne lo schema: sfondo storico, intreccio amoroso e familiare, coro importante. Nasce con queste premesse I Lombardi alla prima crociata, tratta dal poema epico che Tommaso Grossi aveva scritto nel 1826, il cui libretto viene affidato a Temistocle Solera.

Nel 1843 spetta alla censura milanese controllare che nel libretto non ci siano elementi che possano turbare il pubblico, e l’unico intervento del prefetto di polizia Torresani riguarda la celebre aria di Giselda che doveva iniziare con Ave Maria, sostituita invece con Salve Maria. L’opera debuttò con successo al Teatro alla Scala l’11 febbraio 1843.

La pagina sicuramente più famosa è il coro “O Signore, dal tetto natio” intonata dai Crociati. Al tenore Verdi riserva una delicata romanza come “La mia letizia infondere”; originalissimo poi è il preludio alla sesta scena del terzo atto: una pagina per violino solista e orchestra. Il pubblico scaligero rimase particolarmente colpito dall’ambientazione milanese del primo atto: l’opera si apre con la Chiesa di Sant’Ambrogio, amatissima dai milanesi, e persino il poeta Giuseppe Giusti rese onore ai Lombardi citando l’opera nella sua poesia Sant’Ambrogio: «Era un coro del Verdi; il coro a Dio/ là de’ Lombardi miseri, assetati; quello: “O Signore, dal tetto natio”, che tanti petti ha scossi e inebriati».

Quando nel luglio 1847 Verdi sottoscrive un contratto per un’opera da mettere in scena in autunno all’Opéra di Parigi, visto il poco tempo a disposizione, decide di riadattare I Lombardi che, dopo una riorchestrazione, l’aggiunta di marce, ballabili e di una nuova aria per il tenore, su libretto di Royer e Vaëz, diventano Jérusalem, con i Crociati francesi, anziché italiani, come protagonisti.

Informazioni sull'organizzatore

Fond. Teatro Regio di Torino

Piazza Castello, 215  10124 Torino - 011 8815557