Vendita e prenotazione online biglietti teatro per Quasi Grazia

Da martedi 30 gennaio 2018 a domenica 4 febbraio 2018

Prezzi per singolo biglietto, inclusi gli eventuali diritti di prevendita applicati dal teatro, ente e/o organizzatore, escluse le eventuali commissioni di acquisto online.
Info spettacolo
Biglietti a partire da 22

Roma Teatro India, Sala A Indirizzo e mappa luogo

Giorno e ora spettacolo Stato e disponibilità Prezzo e offerte
Mar 30 gen 2018 21:00 Vendita biglietti attiva Da € 22,00 Biglietti
Quasi Grazia 30 gen, 21:00 Teatro India Lungotevere dei Papareschi, 1 Roma Teatro Biglietti non numerati 22,00
Mer 31 gen 2018 19:00 Vendita biglietti attiva Da € 22,00 Biglietti
Quasi Grazia 31 gen, 19:00 Teatro India Lungotevere dei Papareschi, 1 Roma Teatro Biglietti non numerati 22,00
Gio 1 feb 2018 21:00 Vendita biglietti attiva Da € 22,00 Biglietti
Quasi Grazia 1 feb, 21:00 Teatro India Lungotevere dei Papareschi, 1 Roma Teatro Biglietti non numerati 22,00
Ven 2 feb 2018 21:00 Vendita biglietti attiva Da € 22,00 Biglietti
Quasi Grazia 2 feb, 21:00 Teatro India Lungotevere dei Papareschi, 1 Roma Teatro Biglietti non numerati 22,00
Sab 3 feb 2018 21:00 Vendita biglietti attiva Da € 22,00 Biglietti
Quasi Grazia 3 feb, 21:00 Teatro India Lungotevere dei Papareschi, 1 Roma Teatro Biglietti non numerati 22,00
Dom 4 feb 2018 18:00 Vendita biglietti attiva Da € 22,00 Biglietti
Quasi Grazia 4 feb, 18:00 Teatro India Lungotevere dei Papareschi, 1 Roma Teatro Biglietti non numerati 22,00

Info spettacolo

La scrittrice sarda, premio Nobel, Grazia Deledda torna a vivere in scena con lo spettacolo di Marcello Fois, Quasi Grazia, un vero e proprio romanzo in forma di teatro interpretato da un’altra scrittrice, Michela Murgia. Una narrazione agita direttamente dai personaggi, in cui ogni capitolo corrisponde a un atto della pièce. Il primo è ambientato a Nuoro, la mattina del febbraio del 1900 in cui la scrittrice si trasferisce col marito da Nuoro a Roma; col secondo ci si sposta a Stoccolma, nel dicembre del 1926, il pomeriggio che precede la cerimonia ufficiale di consegna del Nobel; il terzo si svolge a Roma nel 1935, nello studio radiologico il cui le verrà diagnosticato il tumore che la ucciderà nel 1936. «La mia idea – dichiara Fois – era che di questa donna bisognasse rappresentare la carne. Volevo che la si sentisse parlare, la si vedesse muovere. Volevo che si constatasse nei fatti per quali vie uno scrittore, seppure biologicamente morto, possa considerarsi vivente e agente