Vendita e prenotazione online biglietti teatro per Nudi e crudi

Da giovedi 23 novembre 2017 a venerdi 24 novembre 2017

Prezzi per singolo biglietto, inclusi gli eventuali diritti di prevendita applicati dal teatro, ente e/o organizzatore, escluse le eventuali commissioni di acquisto online.
Info spettacolo
Biglietti a partire da 11,40

Vigevano (PV) Pavia Teatro Cagnoni Indirizzo e mappa luogo

Giorno e ora spettacolo Stato e disponibilità Prezzo e offerte
Gio 23 nov 2017 20:45 Vendita biglietti attiva Da € 11,40 Biglietti
Nudi e crudi 23 nov, 20:45 Teatro Cagnoni Viale Vittorio Emanuele II, 43 Pavia Teatro Biglietti non numerati 11,40
Ven 24 nov 2017 20:45 Vendita biglietti attiva Da € 11,40 Biglietti
Nudi e crudi 24 nov, 20:45 Teatro Cagnoni Viale Vittorio Emanuele II, 43 Pavia Teatro Biglietti non numerati 11,40

Info spettacolo

Con Maria Amelia Monti e Paolo Calabresi e con Nicola Sorrenti. Una storia di Alan Bennet, tradotta e adattata per la scena da Edoardo Erba. Regia Serena Sinigaglia

Che succederebbe se, tornando a casa dopo una serata a teatro, trovaste il vostro appartamento completamente vuoto, svaligiato da ladri che non hanno lasciato né un interruttore, né un rubinetto, né la moquette sul pavimento? Ai signori Ransome - due impeccabili coniugi inglesi - capita proprio questo e la loro vita tranquilla e ripetitiva viene completamente sconvolta. Però la reazione dei due è diversa: lui si incupisce e si arrabbia sempre più, lei prova un senso di sollievo e quasi di liberazione. E mentre il gioco dei caratteri, esasperato da visite inattese, diventa sempre più esilarante, il mistero del furto trova un'imprevista soluzione.

Tratta dal romanzo di successo di Alan Bennett Nudi e crudi è una commedia piena di umorismo e ironia che sa fare un ritratto impietoso e indimenticabile della vita di una coppia di mezza età. Scritta per il teatro da Edoardo Erba, interpretata da Maria Amelia Monti e Paolo Calabresi con Nicola Sorrenti e diretta con estro da Serena Sinigaglia, Nudi e crudi diverte senza ricalcare vecchi schemi e rivela più di ogni altra opera il genio comico di Alan Bennett.