Vendita e prenotazione online biglietti teatro per Richard Ii

Da martedi 12 dicembre 2017 a domenica 17 dicembre 2017

Prezzi per singolo biglietto, inclusi gli eventuali diritti di prevendita applicati dal teatro, ente e/o organizzatore, escluse le eventuali commissioni di acquisto online.
Info spettacolo
Biglietti a partire da 27,50

Roma Teatro Nazionale Indirizzo e mappa luogo

Giorno e ora spettacolo Stato e disponibilità Prezzo e offerte
Mar 12 dic 2017 21:01 Vendita biglietti attiva Da € 27,50 Biglietti in pianta
Richard Ii 12 dic, 21:01 Teatro Nazionale Via del Viminale, 51 Roma Teatro Biglietti in pianta 27,50
Mer 13 dic 2017 19:01 Vendita biglietti attiva Da € 27,50 Biglietti in pianta
Richard Ii 13 dic, 19:01 Teatro Nazionale Via del Viminale, 51 Roma Teatro Biglietti in pianta 27,50
Gio 14 dic 2017 19:01 Vendita biglietti attiva Da € 27,50 Biglietti in pianta
Richard Ii 14 dic, 19:01 Teatro Nazionale Via del Viminale, 51 Roma Teatro Biglietti in pianta 27,50
Ven 15 dic 2017 21:01 Vendita biglietti attiva Da € 27,50 Biglietti in pianta
Richard Ii 15 dic, 21:01 Teatro Nazionale Via del Viminale, 51 Roma Teatro Biglietti in pianta 27,50
Sab 16 dic 2017 19:01 Vendita biglietti attiva Da € 27,50 Biglietti in pianta
Richard Ii 16 dic, 19:01 Teatro Nazionale Via del Viminale, 51 Roma Teatro Biglietti in pianta 27,50
Dom 17 dic 2017 17:01 Vendita biglietti attiva Da € 27,50 Biglietti in pianta
Richard Ii 17 dic, 17:01 Teatro Nazionale Via del Viminale, 51 Roma Teatro Biglietti in pianta 27,50

Info spettacolo

"Cosa resta della legittimita' di un governante quando perde il potere?" Richard II occupa un posto particolare nell'opera di Shakespeare, anche fra le sue tragedie dedicate ai Re

Il dramma tratta esclusivamente della deposizione di un re legittimo - un tema politico eminente che facilmente si puo' trasporre ai nostri tempi: e' possibile deporre un sovrano legittimo? Il nuovo re non e' un usurpatore? Una tale deposizione non e' simile all'assassinio di ogni ordine tradizionale? Durante il suo regno Richard II ha messo contro di se' tutte le forze sociali: egli ha sfruttato il proprio potere in tutte le direzioni immaginabili, ha sconfinato le proprie competenze e si e' preso ogni liberta', anche sessuale. E' un giocatore, un attore, ma pur sempre un re che, anche dopo la sua deposizione, rimane un re: mentre il suo rivale - che prende il suo posto sul trono come usurpatore - genera esattamente lo stesso meccanismo di ostilita' contro il suo potere, poiche' tale potere si basa sul puro arbitrio

Richard, che nella sua esaltazione va oltre il proprio tempo, poiche' la monarchia assoluta si sarebbe sviluppata molto piu' tardi, puo' essere interpretato utilmente da una donna che recita la parte maschile. In questo modo diventa ancora piu' chiaro il carattere inconsueto di questo re e gli aspetti fondamentali della discussione politica risultano piu' evidenti. Anche la profonda malinconia dell'ultimo monologo di Richard, quando e' in carcere, dove parla dell'inutilita' e della mancanza di senso dell'esistenza umana, ci puo' toccare in modo piu' commovente.

Autore: William Shakespeare